Moda, Gianni Agnelli come lo stile dell’Avvocato rivoluzionò l’eleganza

Si sa che ha segnato la Storia d’Italia del secolo scorso e quella dell’industria nel nostro Paese. Il suo nome è indissolubilmente legato alla Fiat ma anche alla Ferrari e alla Juventus. Leader carismatico, dotato di grandi doti intellettuali e di indiscusso fascino, Gianni Agnelli ha lasciato un’impronta tutta sua anche nell’ambito dell’eleganza maschile: dall’orologio allacciato sul polsino alle cravatte sventolate sopra i pullover, dagli scarponcini di camoscio indossati anche nelle occasioni più formali al piumino sopra il blazer, dalle camicie con il colletto “button down” ai maglioni a coste inglesi portati allo stadio. A cento anni dalla nascita, l’Avvocato resta ancora oggi un’icona di stile insuperabile e senza tempo.

Moda donna primavera: look comodi e sostenibili a partire dai 20 euro

Colori chiari e grande, grande comfort. La moda di primavera fa tesoro delle nuove esigenze (e delle nuove conquiste) nate nel corso di questi mesi di pandemia e fa di necessità, virtù: ecco allora le forme ammorbidite, i tagli netti ma over, la grande versatilità, la facilità di creare abbinamenti e pratiche sovrapposizioni. Via libera alle felpe con cappuccio senza maniche, ai gilet con le tasche, a blazer e impermeabili ampi, alla rilassatezza degli shorts con fascia elastica in vita. Il tutto, all’insegna della sostenibilità e del rispetto dell’ambiente, grazie all’utilizzo di fibre naturali, tessuti di origine vegetale e rigenerati. Ma anche dei prezzi accessibili.

hIDOLO