Colombari e Costacurta dallo psicologo per le liti con il figlio

Chi ha un figlio, soprattutto adolescente, sa cosa ha significato la pandemia per molte famiglie. Anche Martina Colombari e Billy Costacurta sono stati messi alla prova durante questo periodo, tanto da mettere in dubbio la loro genitorialità nei confronti del loro figlio Achille. “I ragazzi di 16 anni hanno esigenze precise e lo studio non è necessariamente tra quelle – spiega la ex Miss Italia in un’intervista a “Il Messaggero” – Io e Billy ci siamo fatti aiutare dallo psicologo dopo le liti con nostro figlio”.
“Il Covid ha rotto gli equilibri, ha stravolto la routine delle famiglia, per non parlare dei genitori che hanno perso il lavoro: io non mi posso lamentare, ma nel mio piccolo è un anno e due mesi che sono ferma” ha spiegato la Colombari al quotidiano. La didattica a distanza non ha aiutato i ragazzi a fargli venire voglia di tornare in classe. “Noi ci siamo fatti aiutare da una psicologa che si occupa di genitorialità. Lo dico serenamente: chiedere aiuto non è un atto di debolezza, ma di grande amore per i propri figli”, racconta spiegando di aver imparato che i figli debbono prendersi le loro responsabilità anche adesso.
E’ stato un periodo complicato, fatto anche di liti in famiglia. “Sia io che mio marito non abbiamo alle spalle percorsi scolastici conclusi con la laurea, perché le nostre carriere si sono sviluppate subito dopo il diploma. Per lui siamo l’esempio vivente che l’università non sia fondamentale. Ora si è convinto che vorrebbe aprire un ristorante. Ma prima deve fare gavetta da cameriere, trovarsi un socio, lavorare sulla creatività e sul marketing. E’ difficile spronarlo senza demotivarlo”, ha continuato Martina.
Al suo fianco sempre Billy Costacurta: “E’ un bravissimo papà. Mi appoggio a lui per farmi forza. Se io dico che secondo me abbiamo sbagliato, lui mi corregge: non abbiamo sbagliato, ci abbiamo provato. Abbiamo dato fiducia e libertà a nostro figlio, sta a lui gestirla”.

Moda, Gianni Agnelli come lo stile dell’Avvocato rivoluzionò l’eleganza

Si sa che ha segnato la Storia d’Italia del secolo scorso e quella dell’industria nel nostro Paese. Il suo nome è indissolubilmente legato alla Fiat ma anche alla Ferrari e alla Juventus. Leader carismatico, dotato di grandi doti intellettuali e di indiscusso fascino, Gianni Agnelli ha lasciato un’impronta tutta sua anche nell’ambito dell’eleganza maschile: dall’orologio allacciato sul polsino alle cravatte sventolate sopra i pullover, dagli scarponcini di camoscio indossati anche nelle occasioni più formali al piumino sopra il blazer, dalle camicie con il colletto “button down” ai maglioni a coste inglesi portati allo stadio. A cento anni dalla nascita, l’Avvocato resta ancora oggi un’icona di stile insuperabile e senza tempo.

Moda donna primavera: look comodi e sostenibili a partire dai 20 euro

Colori chiari e grande, grande comfort. La moda di primavera fa tesoro delle nuove esigenze (e delle nuove conquiste) nate nel corso di questi mesi di pandemia e fa di necessità, virtù: ecco allora le forme ammorbidite, i tagli netti ma over, la grande versatilità, la facilità di creare abbinamenti e pratiche sovrapposizioni. Via libera alle felpe con cappuccio senza maniche, ai gilet con le tasche, a blazer e impermeabili ampi, alla rilassatezza degli shorts con fascia elastica in vita. Il tutto, all’insegna della sostenibilità e del rispetto dell’ambiente, grazie all’utilizzo di fibre naturali, tessuti di origine vegetale e rigenerati. Ma anche dei prezzi accessibili.

Isola 2021, Brando Giorgi contro Valentina Persia. I naufraghi la difendono

Sembra proprio che Brando Giorgi non sia riuscito a integrarsi tra i naufraghi dell’Isola 2021. L’attore ha fatto il suo ingresso nel reality condotto da Ilary Blasi tra i Rafinados, ma il suo percorso non è stato proprio liscio e sin dall’inizio non sono mancati gli scontri con i compagni.

Brando Giorgi non si è mai risparmiato nel commentare scelte e azioni degli altri concorrenti, cosa che lo ha portato a conquistare le loro antipatie. Al punto che hanno deciso di nominarlo per costringerlo ad abbandonare il gioco. L’attore si è lasciato convincere ad accettare la possibilità di continuare la sua avventura a Parasite Island insieme a Fariba Tehrani e Ubaldo Lanzo, soprattutto grazie alle parole di incoraggiamento della moglie Daniela Battizocco. Poi a raggiungerli è stata Vera Gemma e alla fine – con un televoto flash – il pubblico ha deciso di premiarlo, facendolo rientrare nel gioco.

Nonostante ciò, Giorgi ha continuato a manifestare molto disagio nei confronti dei compagni e non si sono appianati gli screzi con Valentina Persia, colpevole di aver “manipolato” le nomination in suo sfavore, insieme ad Awed. Così nel 24esimo giorno di permanenza, L’Isola 2021 si è fatta scenario dell’ennesima lite tra l’attore e la comica dalla lunga chioma rossa. Questa volta a causa di un fuoco che, a detta di Brando Giorgi, la Persia avrebbe acceso con l’inganno.

L’attore ha lanciato una dura accusa nei confronti della naufraga che, in tutta risposta, non si è lasciata sfuggire l’occasione per rispondere a tono. “Dai sempre un consiglio che nessuno ti ha chiesto“, ha esclamato Valentina Persia. “Io sono lì da sei ore che faccio il fuoco col legno e mi dici ‘quello non è legno buono, inutile che fatichi’. Per te è un buon consiglio, per noi no”.

Neanche a dirlo, le parole di Valentina Persia hanno scaturito un brutto effetto su Giorgi che a quel punto ha sferrato contro la compagna l’accusa di aver “barato”, approfittando della momentanea assenza delle telecamere, per servirsi delle lenti degli occhiali. Con la complicità degli altri naufraghi.

“La tua supponenza va proprio oltre, perché ti inventi cose che non esistono“, ha risposto la Persia. Ma a quel punto lo scontro era arrivato al limite e tra i due la frattura sembra sempre più inconciliabile. Tutti i naufraghi sono rimasti colpiti dall’atteggiamento di Brando Giorgi che, da quando ha fatto ritorno sull’Isola, non è riuscito a integrarsi nel gruppo.

Poco prima dello scontro con Valentina Persia, l’attore aveva riunito i compagni per comunicargli la sua decisione di isolarsi da loro, come per vivere due Isole separate. “Sin dall’inizio di questa mia Isola è stato tutto abbastanza complicato. Ci sono delle dinamiche che purtroppo non riesco a capire, non riesco ad inserirmi” – ha detto Giorgi – “Ci saranno delle cose in comune, come il fuoco. Il fuoco non me lo posso accendere da solo. Quindi darà il mio contributo. Per il resto io me ne starò là. Quando parleremo vorrei stare di fronte alle telecamere, perché non voglio più fraintendimenti“.

Andrea Cerioli – che all’ultimo televoto ha battuto Elisa Isoardi, data per favorita – si è detto molto contrariato dall’atteggiamento dell’attore in merito a questa scelta di estraniarsi volontariamente dal resto dei concorrenti. Anche Gilles Rocca ha espresso alle telecamere il suo disappunto, specialmente in merito alla lite con la Persia: “Mi dispiace che sia scivolato in un attacco nei confronti di Valentina, è stato inopportuno“.

Filippo di Edimburgo e il suo lato oscuro: i tradimenti e l’antipatia verso Lady Diana

C’è un lato oscuro nella lunga vita del principe Filippo di Edimburgo. Ed è legato alla sua passione, positiva e negativa, verso le donne. Filippo era considerato fin dalla giovane età un “conquistatore” tanto che questa sua fama stava per far saltare il matrimonio con Elisabetta. Re Giorgio non vedeva bene questa unione (anche se la storia, durata oltre mezzo secolo gli ha dato torto). I tradimenti del principe ci sono stati? La Regina Elisabetta ha incassato in silenzio? Tanti i rumor legati alla vita di Filippo che Buckingham Palace ha cercato di mettere a tacere. A ricamare sulla vita dei Reali ci ha pensato una nota serie tv, “The Crown”. E proprio in questa fiction vengono accennate le passioni di Filippo. Diversi libri scandalistici hanno però fatto nomi e cognomi sulle presunte amanti del principe. Quello più noto, anche se in patria ha avuto scarso successo, è stato “My Husband and I: The Inside Story of 70 Years of Royal Marriage”, uscito nel 2017.
Nel 1948 si racconta che il principe Filippo raggiunse nel camerino dell’Hippodrome l’attrice Pat Kirkwood al termine di un suo spettacolo. Il principe, novello sposo, la portò a cena al ristorante Les Ambassadeurs. Lei si limitò a confermare l’episodio. Cosa accadde quella notte non è dato sapere, si sa che i due fecero però colazione insieme il mattino dopo.
Filippo ebbe poi una simpatia nei confronti di Galina Sergeevna Ulanova, prima ballerina assoluta del Bolshoi. Il principe era un suo ammiratore e durante una permanenza a Londra della ballerina volle incontrarla. I maligni parlano di una fugace avventura tra i due, altri propendono per una simpatia professionale.
Helene Cordet era una nota attrice greca di cabaret nonché amica di infanzia di Filippo. Senza essere sposata ebbe due figli senza mai svelare la paternità. Il gossip indicò in Filippo il presunto padre. Helen Cordet anni dopo sposò in seconde nozze un aviatore francese che si attribuì entrambe le paternità, ma agli amanti del gossip è sembrata essere una “toppa”.
Tra le presunte amanti di Filippo spunta anche una consuocera. Si tratta di Susan Barrantes, madre di Sarah Ferguson (la moglie di Andrea, quartogenito di Filippo). Nessuno ha prove sulla presunta liason ma il gossip si è diffuso per tanti anni, fino alla prematura scomparsa di lei nel 1998 in un incidente d’auto.
L’autrice di romanzi Daphne du Maurier era stata indicata come l’amante ufficiale del principe, un po’ come si usava nel Medioevo. Un rumor mai confermato e che pare sia nato dalle spifferate della servitù.
Il rapporto con Lady Diana – E tra le donne del principe infine va aggiunta Lady Diana. Non in quanto amante di Filippo, quanto per il rapporto mai chiarito tra i due. Fecero scalpore le dichiarazioni di un’amica di Diana nel 2008 secondo la quale Filippo dedicò alla nuora “parole piene di crudeltà e disprezzo”. Frasi smentite da Buckingham Palace, ovviamente. Anzi, anni dopo la commissione d’inchiesta che indagò sulla morte della moglie di Carlo trovò lettere che Diana e Filippo si scrivevano nel periodo più cupo. Diana chiedeva aiuto al suocero per salvare il matrimonio e Filippo con grande sentimento prometteva che avrebbe fatto di tutto per aiutarla ma allo stesso tempo ammetteva: “Non sono un gran talento da consigliere matrimoniale”. Alludendo ovviamente alla propria, di vita

Come mi vesto per un matrimonio , regole e bon ton da seguire

Le regole da seguire, in realtà, non sono molte, ma non possono essere trasgredite e devono essere prese alla lettera (salvo in cui non fosse espressamente richiesto il contrario per quelle cerimonie a tema particolare): niente bianco o nero.
Il bianco è riservato esclusivamente alla sposa, quindi abiti di questo colore o dalle tonalità così chiare che possano essere scambiati per tale sono da evitare. Stesso discorso vale per il nero, che tradizionalmente viene associato ad eventi ben più lugubri e quindi non particolarmente adatto al contesto (e se proprio non si riesce a rinunciare al suo indiscutibile fascino, allora è obbligatorio abbinarci degli accessori colorati e luminosi che gli conferiscano un tono decisamente più festoso).

Per il resto, considerando quanto detto sopra, sarebbe ideale non scegliere abiti da cerimonia dalle tonalità eccessivamente sgargianti che attirerebbero troppa attenzione su di sé (rosso, viola e oro sono da considerarsi un po’ troppo carichi, per esempio). Nel dubbio, optare per dei colori pastello, tenui e delicati, è sempre la scelta migliore e se si desidera poter riutilizzare l’abito anche in altre occasioni eleganti, tonalità neutre come il giallo, il verde e l’azzurro sono le più indicate.
Per quanto riguarda i tessuti, quello prediletto un po’ da tutte le donne coinvolte (sposa, damigelle, invitate) è il pizzo, tanto elegante quanto versatile, adatto a quasi ogni tipologia di vestito. Un altro tessuto particolarmente consigliato per l’occasione è lo chiffon: morbido e femminile, si presta sia per le cerimonie molto eleganti che per quelle più casual e all’aperto.

Riguardo infine alle possibili fantasie dell’abito, al momento i temi floreali e naturali sono quelli che vanno per la maggiore e non a caso: sono infatti adatti ad ogni tipo di occasione e con un bel vestito colorato e fiorato è davvero difficile sbagliare.

UN PICCOLO CONSIGLIO EXTRA FINALE PER DECIDERE COME VESTIRSI A UN MATRIMONIO
Il giorno delle nozze di due persone a noi care è un momento di condivisione, di gioia e di spensieratezza, scegliete l’abito con cui vi sentite più a vostro agio a godetevi la festa!

Cerca subito il tuo abito 

Marco Giallini e il suo pensiero

Avevo appena finito il militare e facevo il “bibitaro”, portavo le bibite con il camion.
Con le ragazze non ero capace, però andavo in moto e questo piaceva. Loredana mi è stata dietro tre anni. Finché una sera, fuori dalla discoteca, le ho detto: “Allora mettiamoci insieme”. Quanto ho dovuto corteggiarla.
È durata 30 anni. Eravamo legatissimi.
E io tornavo sempre a casa.
Era mia madre, mia moglie, tutto.
È stato merito di Loredana se mi sono diplomato.
Durante l’adolescenza, scoprii che lei, per la prima volta, era andata a ballare con un altro. Così presi la moto e corsi in quella discoteca. Me la ricordo ancora, c’era Jovanotti ragazzino alla consolle. Non fu una cosa molto molto romantica, ero irascibile a quei tempi: afferrai Loredana e me la portai via.
Sì, e sono sempre rimasto un tipo molto geloso. Negli anni ci siamo fatti delle litigate epocali, io e Loredana. Diventavo matto perfino se la guardava un cameriere. Però era bello fare l’amore, dopo. Con lei che mi veniva contro perché voleva prendermi a cazzotti.
Da un paio di giorni aveva un fortissimo mal di testa, ma vai a pensare…
Lei e i bambini stavano per partire per il mare, sarebbero rimasti in vacanza un paio di mesi. Invece, ha chiuso gli occhi e mi si è accasciata fra le braccia mentre chiacchieravamo.
Io le parlavo all’orecchio, ma mi sono accorto che parlavo da solo, e ho maledetto Dio.
Ha vissuto altri due giorni, ma senza riprendere conoscenza. Se non lo provi non lo puoi capire.
Rocco non ne ha più parlato. Il piccolo mi dice: “Papà, perché non chiedi a Gesù di farla tornare?”. Moltissime persone mi sono state vicino. La sua morte ha unito le mie due vite: la gente semplice da un lato, dall’altra tutti gli attori italiani. Loredana per me è stata tutto.
La madre dei miei figli, la donna con cui sono stato per trent’anni e che, dopo essersi sentita male, se ne è andata dalla mattina al pomeriggio senza che io le abbia potuto dire neanche “ciao”. I suoi genitori mi hanno trattato come un parente stretto e io non ho avuto nemmeno il tempo di salutarla. La sua morte è un evento che né io né i miei figli abbiamo mai metabolizzato. Non ne abbiamo mai parlato. Non siamo mai andati al cimitero insieme, anzi, in 7 anni, al cimitero sono andato due volte in tutto. Le fotografie le ho a casa, ma non le guardo, non è roba per me perché lei è ovunque, nei ricordi, nelle stanze, nei viaggi a Barcellona che non farò più.
Penso che un dolore così grande non si possa superare. Ci siamo conosciuti quando eravamo quattordicenni e per i primi due anni della nostra relazione ci siamo sfiorati solo la mano. Quando è così, dopo 30 anni insieme, è impossibile. Loredana era tanta, in ogni senso. Bella davvero. E sapeva fare qualsiasi cosa: studiava, lavorava, cucinava.
Rocco e Diego sono bravi in tutto, proprio come lei. Alle volte ci basta uno sguardo: loro vedono il mio dolore, e io il loro, e rimaniamo attaccati. Poi ognuno ha il suo modo, il suo metodo molto personale, per uscirne. È così, la vita…”.

Chi è Francesco Baccini, carriera, vita privata

Tutto quello che sappiamo sul noto cantante: dall’infanzia agli esordi, fino ad arrivare al successo e alla vita privata.
Conosciamo tutti Francesco Baccini, il noto cantante italiano che negli anni ’90 ha spopolato con brani del calibro di “Sotto questo sole”.

Francesco Baccini

Ora, l’interprete è finito al centro dell’attenzione dei media per un’indiscrezione sul flirt che in passato avrebbe avuto con l’ex gieffina Maria Teresa Ruta.

Chi è Francesco Baccini

Nasce a Genova, il 4 ottobre del 1960, sotto il segno zodiacale della Bilancia e ha ora 60 anni.

Appassionato di musica fin da bambino, Francesco inizia a ritagliarsi uno spazio nel mondo dello spettacolo e della discografia italiana.

Vince il Festivalbar nel 1990 Baccini con Sotto questo sole e partecipa al Festival di Sanremo nel 1997.

Nel 2005 partecipa al talent show di Rai Music Farm, dove inizia una relazione sentimentale con Dolcenera e viene squalificato a causa di una bestemmia.

Nel 2006 torna al Festival di Sanremo in coppia con Povia con il brano Vorrei avere il becco.

Ha un figlio di nome Michael. In passato ha avuto varie liaison con Malena Gracia, Ania Goledzinowska, Elisa Ragaelli e Patricia Vezzulli.

Il flirt con Maria Teresa Ruta
Di recente, è tornato al centro dell’attenzione dei media per un flirt con Maria Teresa Ruta.

I due sarebbero andati insieme a vedere uno spettacolo e poi a casa della conduttrice a cena.

Maria Teresa ha raccontato di aver seguito assieme a lui in casa un intero Festival di Sanremo e di essere stata colta in flagrante dalla figlia allora adolescente Guenda.

Intanto, Biagio D’Anelli, ex del Grande Fratello Vip, ha svelato nei salotti di Barbara d’Urso che “mentre Baccini e la Ruta stavano per consumare, entrò il fidanzato di lei”.

Il cantante e la conduttrice si sono confrontarti in diretta al Grande Fratello VIP e hanno confermato di essersi visti più volte, ma non di essere andati oltre l’amicizia.

hIDOLO